Trend beauty 2023

Le aziende che operano nel settore cosmetico si trovano oggi a operare in un contesto altamente competitivo. Molte di esse si confrontano ogni giorno con la sfida di volersi distinguere dai competitor ed emergere, cercando di offrire al pubblico prodotti ed esperienze unici e innovativi, per riuscire a garantire la fedeltà dei clienti. La rapida evoluzione del mercato oggi ha amplificato le aspettative dei consumatori, portando le aziende a riflettere sempre più su temi caldi che vanno oltre il mondo della skincare, come la sostenibilità e l’inclusività. Diventa, quindi, un dovere per i marchi sostenere e comunicare l’attenzione a tali tematiche molto sentite dal mercato e alla base dei principali trend del settore. 

Scopriamo insieme quali sono i trend che caratterizzeranno questo 2023

Clean beauty

In un mondo, come quello in cui viviamo oggi, che espone continuamente la nostra pelle a stress, inquinamento e sostanze chimiche, anche il settore beauty deve fare la sua parte. Abbiamo migliorato le nostre abitudini imparando a mangiare più sano, e prendendoci cura del nostro corpo attraverso l’attività fisica, ma possiamo dire lo stesso del modo in cui ci prendiamo cura della nostra pelle? 

Molte aziende del settore cosmetico si sono avvicinate alla filosofia del clean beauty, prediligendo nei loro prodotti ingredienti di origine naturale rispetto agli elementi chimici. Questo concetto non rappresenta solamente uno degli ultimi beauty trend, ma una nuova frontiera in fatto di bellezza, incarnando un concetto che abbraccia la cosiddetta filosofia “green life”.

I prodotti cosmetici che fanno parte del movimento clean beauty, a differenza di quelli tradizionali, sono formulati principalmente con ingredienti di origine naturale, risultando di conseguenza, più sicuri per la salute della nostra pelle, perché privi di sostanze chimiche considerate potenzialmente tossiche, nocive o irritanti per la nostra pelle.

La bellezza è una questione sociale

Per troppo tempo si è pensato che la pelle avesse esigenze diverse per il mondo femminile e maschile. Oggi, invece, è il consumatore stesso a volere prodotti per una skincare più fluida e inclusiva, con formule performanti, sicure e sostenibili. 

Per questo motivo, ai brand legati al mondo beauty viene sempre più affidato il compito di riscrivere i canoni di bellezza, adattandosi ai cambiamenti sociali. Per questo motivo verrà sempre meno la distinzione tra prodotti per uomo e donna, ma ci si approccerà al mondo beauty facendo sempre più attenzione alle singole esigenze della pelle, senza un riferimento diretto al genere. Allo stesso modo, i player del settore cosmetico si concentreranno sempre di più su prodotti personalizzati, inclusivi e rappresentativi delle diversità.

Circular Beauty

Oggi, accanto ai prodotti BIO e cruelty free, esiste un nuovo approccio che avrà un impatto significativo sulla riduzione degli spechi del cibo, fornendo benefici importanti sia alla nostra pelle che all’ambiente che ci circonda. La sempre maggiore attenzione alla tutela del pianeta è, per il settore beauty, una tematica che gioca un ruolo importante. Per questo motivo, oggi il mercato cosmetico vuole dare il suo contributo non solo attraverso packaging che derivano da materiale riciclato, ma andando oltre e proponendo formulazioni con ingredienti ricavati da rifiuti vegetali e agricoli. Questo nuovo concept di fare bellezza è noto come circular beauty e consiste nel riciclare non solo plastiche e carta per il packaging dei prodotti cosmetici, ma anche le materie prime da inserire nei prodotti per la cura della pelle.

Questa filosofia nasce tenendo in considerazione il fatto che i prodotti cosmetici sono diventati ormai un prodotto di ampio utilizzo (ogni persona utilizza dai 7 ai 13 prodotti cosmetici al giorno). Per questo motivo, la scelta di riciclare partendo dalle materie prime impiegate nelle formule, può avere un impatto davvero importante sulla riduzione degli sprechi e sulla tutela dell’ambiente.

Skinimalism

Nel 2022 ha fatto la sua comparsa e oggi si conferma come uno dei principali trend del 2023: lo skinimalism è un approccio minimalista alla skincare, basato sull’utilizzo di un numero limitato di prodotti multitasking e mirati sulle esigenze specifiche della pelle. Oggi, gli amanti del beauty desiderano prodotti sempre più versatili e multifunzione, capaci di unificare più fasi della beauty routine, semplificandola. Una beauty routine efficace e completa, infatti, non si caratterizza da un elevato numero di prodotti, ma dai prodotti giusti che vadano a detergere, idratare e proteggere la pelle

La tendenza skinimalism, con il suo approccio less is more, risponde a due obiettivi: utilizzare prodotti multitasking per prendersi cura di sé in pochi e semplici passaggi. I prodotti della skincare routine vengono quindi ridotti al minimo: si tratta di 3 o 4 prodotti con funzione idratante e con attivi che vadano a lavorare sulle specifiche esigenze della pelle.

yoUBe sposa, con la sua gamma, la filosofia minimalista proponendo pochi prodotti, che garantiscano una cura della pelle a 360°, dalla detersione ai trattamenti. Questo approccio si rispecchia anche nei prodotti della linea, primi fra tutti AnimAmia brama e VITA FORTE.

Altri articoli che potrebbero
interessarti

  • Prodotti

    17/10/2022 – Come attenuare le rughe del viso per una pelle più compatta ed elastica

  • Prodotti

    17/10/2022 – Inquinamento digitale: come proteggere la pelle dai danni della luce blu

  • Mondo Beauty

    02/05/2023 – Skin shaming nel mondo beauty